La rinoplastica è l’operazione chirurgica che permette di cambiare l’aspetto del proprio volto, ridefinendo la grandezza e la struttura del nasoL’intervento ha fini prettamente estetici e non funzionali. Quando gli interessi dell’intervento sono anche per salute, si parla di rinosettoplastica. In questo caso l’operazione chirurgica ha lo scopo di risolvere eventuali problemi di respirazione e olfatto.

 

 

UN INTERVENTO SEMPRE PIU’ RICHIESTO

“Rifare il naso” è una richiesta sempre più frequente sia di donne che di uomini che non accettano il proprio aspetto e intendono modificarlo, cambiando una parte fondamentale del proprio volto. La rinoplastica è infatti una degli interventi chirurgici maggiormente svolti annualmente e con una altissima percentuale di buoni risultati delle operazioni.

 

 

LE ZONE DEL NASO TRATTATE DALLA RINIPLASTICA

La rinoplastica è un intervento che rimedia a qualsiasi tipologia di difetto del naso. Le zone maggiormente trattate sono il gibbo e il setto nasale, ma non manca la possibilità di operare sulla struttura della punta, delle narici o della columella. In questi casi l’operazione prevede l’asportazione solo della struttura cartilaginea che viene sostanzialmente ridotta.

 

 

COME SI SVOLGE L’INTERVENTO

L’operazione di rinoplastica può durare dai 20 ai 50 minuti a seconda del cambiamento estetico del naso previsto. Si inizia con una anestesia locale più una sedazione e si procede con delle incisioni all’interno del naso realizzate con l’aiuto di un divaricatore delle narici. Con degli appositi strumenti chirurgici si modifica la struttura cartilaginea e ossa del naso. Per modificare la forma nasale, la cartilagine in eccesso viene asportata e l’osso levigato, soprattutto in presenza di un gibbo. Una volta concluso si applicano dei punti di sutura e dei tamponi all’interno delle narici. All’esterno invece si applica una placchetta metallica con apposita medicazione per ridurre il rischio di traumi.

 

 

CON O SENZA TAMPONI

Al termine dell’intervento di rinoplastica il chirurgo può applicare all’interno delle narici dei tamponi per ridurre la perdita sanguigna. In alternativa, si può utilizzare la colla di fibrina, una particolare sostanza che sostiene la coagulazione del sangue e funge da protettivo delle suture.

 

 

FASE POST-OPERATORIA

Dopo l’intervento di “ristrutturazione” del naso, le zone del volto circostanti appaiono spesso gonfie e livide, ma senza troppe preoccupazioni, tali segni spariranno nel giro di pochi giorni. L’utilizzo di qualche crema specifica potrebbe essere utile per velocizzare i tempi di guarigione. Se si utilizzano occhiali da vista, è raccomandabile non indossarli per i primi tempi. A seguito dell’intervento infatti è fondamentale che il naso non subisca colpi o sostenga pesi. L’assunzione degli antibiotici e degli antinfiammatori prescritti dal chirurgo è importante e non trascurabile, per ridurre possibilità di infezioni.

 

 

RISCHI DELL’INTERVENTO

Grazie agli enormi sviluppi della chirurgia plastica, oggi i rischi di un intervento di rinoplastica si sono di gran lunga ridotti. Non vi sono più rischi reali legati alle anestesie, ma poiché a determinare una buona riuscita dell’intervento è per lo più l’esperienza del chirurgo è importante che l’operazione si svolga secondo i giusti parametri chirurgici. Una struttura ben attrezzata e sterilizzata è fondamentale per ridurre l’evenienza di infezioni.

 

 

COSTO

Il costo della rinoplastica è comunicato al paziente in seduta pre-operatoria, durante la quale il chirurgo plastico potrà mostrare anche l’eventuale risultato finale dell’intervento tramite fotografie.

   

 

Presso il centro Skin Laser Clinic di chirurgia estetica di Pescara San Benedetto del Tronto, per l'intervento di di Otoplastica vengono utilizzati categoricamente solo prodotti certificati che garantiscono ai pazienti la massima sicurezza ed affidabilità.