L’intervento di chirurgia estetica per modificare la struttura delle orecchie è l’otoplastica. Si tratta di un operazione complessivamente semplice che garantisce ottimi risultati di riposizionamento e ridimensionamento del padiglione auricolare. Con l’otoplastica è possibile, in particolare, risolvere problemi quali: orecchie troppo grandi, asimmetria dei padiglioni o delle pieghe cartilaginee, orecchie  a sventola e malformazioni di altro tipo.

 

 

UN INTERVENTO NON SOLO PER GLI ADULTI

L’operazione di otoplastica può essere svolta su adulti e bambini. Infatti già dall’età di sette anni, il padiglione auricolare è definitivamente sviluppato e quindi può essere sottoposto a modifiche estetiche e non.Certo è importante una accurata visita di controllo medico prima di sottoporsi all’operazione, in quanto è importante che il chirurgo valuti la situazione della struttura auricolare e mostri come e dove avrà luogo l’otoplastica.

 

 

COME SI SVOLGE L’INTERVENTO

L’intervento di otoplastica presenta diverse modalità di svolgimento, a seconda del problema estetico presentato dal paziente. Complessivamente l’operazione chirurgica prevede una ricostruzione della struttura cartilaginea dei padiglioni per ridurne la dimensione o anche per correggerne l’eccessiva sporgenza. In quest’ultimo caso, a seguito dell’asportazione della cartilagine e della pelle, si riposiziona l’orecchio più in prossimità del capo. Terminata l’otoplastica si applica un bendaggio elastico. L’intervento non necessita di un ricovero ordinario, in alcuni casi infatti può svolgersi anche in day hospital. Inoltre l’anestesia svolta è sempre locale alla quale segue una ulteriore sedazione per paziente molto emotivi.

 

 

IL LASER PER L’OTOPLASTICA

Per l’intervento di otoplastica, il chirurgo estetico può ricorrere all’utilizzo del bisturi o del laser. Per quest’ultimo i vantaggi riscontrati sono notevoli. Oltre ad una ridotta tempistica dei tempi di guarigione, si facilitano le modalità di intervento per una diminuita fuoriuscita del sangue. Rischi e complicanze sono quasi del tutto inesistenti.

 

 

FASE POST-OPERATORIA

Il bendaggio elastico previsto al termine di una otoplastica è solitamente necessario per i primi sette giorni. Successivamente sarà necessaria una visita di controllo medico per verificare lo stato di cicatrizzazione dei punti di sutura presenti dietro le orecchie. È raccomandabile per il decorso post operatorio seguire uno stile di vita poco movimentato, evitando inoltre fumo ed esposizione solare. Il paziente dovrà assumere inoltre i medicinali prescritti dal medico con la giusta accortezza, perché dopo un intervento chirurgico il corpo necessita di un sostegno per ridurre il rischio di effetti indesiderati. Rifare le orecchie inoltre non lascia segni evidenti perché le cicatrici saranno nascoste nel solco retro-auricolare e in più il risultato è assolutamente permanente.

 

 

RISCHI DELL’INTERVENTO

Otoplastica è spesso anche un intervento correttivo di una precedente operazione estetica non andata a buon fine. A tal proposito si suggerisce una accurata scelta medica, evitando di affidarsi a medici con poca esperienza e professionalità, per menomare i rischi di risultati insoddisfacenti. Non c’è il rischio di infezioni se l’intervento è condotto in un luogo consono alla chirurgia plastica e con i ferri chirurgici appositamente sterilizzati.

 

 

COSTO DELL’OPERAZIONE

Per definire il costo di un intervento di otoplastica, è necessaria una visita preventiva con il chirurgo che effettuerà l’operazione, che valutando la situazione estetica del paziente potrà stimare il prezzo, tenendo conto delle ulteriori spese connesse.

  

 

Presso il centro Skin Laser Clinic di chirurgia estetica di Pescara San Benedetto del Tronto, per l'intervento di Otoplastica vengono utilizzati categoricamente solo prodotti certificati che garantiscono ai pazienti la massima sicurezza ed affidabilità.