Il laser 532 KTP è un avanzato prodotto biomedico utilizzato per la cura delle pelle, in particolare per il trattamento delle lesioni vascolari del viso. Si tratta infatti di una tecnologia adatta in particolare al trattamento del viso e delle imperfezioni estetiche che possono colpirlo.

 

 

I VANTAGGI DEL LASER KTP

Il laser KTP 532 è definito anche vascolare perché utilizzato per i capillari del volto e per disturbi cutanei specifici coma “la rosacea”. I vantaggi di questo trattamento di laserterapia sono:

 

  •   Ottima precisione operativa
  •   Guarigione piuttosto veloce
  •   Grandi risultati estetici
  •   ridotti effetti collaterali
  •   non sono necessarie molte sedute mediche per ottenere buoni risultati.

 

 

Si tratta inoltre di un laser che non comporta una necessaria interruzione delle attività sociali, ma è importante precisare che a seguito di un trattamento di laserterapia non è consigliata l’esposizione ai raggi UV.

 

 

COME FUNZIONA IL LASER

Il laser KTP emette una raggio luminoso con una lunghezza d’onda di 532 nm, che agisce direttamente sull’emoglobina contenuta nei globuli rossi, e oblitera i capillari senza causare danni alla cute. Inoltre questa avanzata tecnologia laser è dotata di una  fibra che consente di impiegarlo anche per il trattamento di piccole lesioni della cute (angiomi, verruche…)

 

 

PRIMA DEL TRATTAMENTO

Per il trattamento con il laser KTP è indicato non esporsi al sole prima della seduta medica o sottoporsi a lampade, né assumere farmaci particolari o utilizzare abbronzanti. Inoltre per chi utilizza creme con acido glicolico si consiglia di interromperne l’utilizzo almeno 4/5 giorni prima del trattamento laser.

 

 

COME SI SVOLGE IL TRATTAMENTO

Una seduta di laserterapia può avere una durata variabile per tipologia di inestetismo cutaneo e si svolge in un ambulatorio medico. Il laser KTP è connesso ad una piattaforma apposita che ne controlla il raggio. Il manipolo che emette il raggio luminoso viene disposto sulle zone del viso da curare con una permanenza breve e variabile a seconda dell’inestetismo presentato. Al termine, il laser, genera un leggero rossore dell’area trattata, difficilmente seguita da un gonfiore. Per ridurne l’eventuale comparsa si consigliano creme e l’utilizzo di ghiaccio. Per alcuni pazienti il trattamento di laserterapia KTP è sconsigliato. In particolare per coloro che utilizzano alcuni farmaci foto-sensibilizzanti, o con problemi di salute.

 

 

DOPO IL TRATTAMENTO

Dopo il trattamento di laserterapia KTP possono presentarsi delle ridotte croste che guariranno nel giro di 15 giorni, ma già dopo la seduta medica sarà possibile riprendere le attività lavorative e sportive. Infatti l’arrossamento cutaneo che determina, sparisce in genere dono un paio d’ore. Per proteggere la pelle è consigliato l’utilizzo di apposite creme soprattutto per l’esposizione al sole. In media per la cura degli inestetismi da capillari sono necessarie almeno 2 o 3 sedute. È importante precisare che il trattamento laser KTP non produce risultati permanenti per le couperose, in quanto tutto dipende dal tipo di pelle e da altre condizioni fisiche del paziente.

  

 

Presso il centro Skin Laser Clinic di medicina estetica e laser terapia estetica di Pescara e San Benedetto del Tronto, per il trattamento con il LASER KTP 532 vengono utilizzati categoricamente solo prodotti certificati che garantiscono ai pazienti la massima sicurezza ed affidabilità.