La blefaroplastica è la chirurgia delle palpebre. Si tratta di un intervento non troppo invasivo, in grado di risolvere più tipologie di inestetismi cutanei caratterizzanti la zona occhi. Con l’operazione di blefaroplastica a trarne giovamento non sarà soltanto lo sguardo, che apparirà ringiovanito e certamente più riposato, ma l’intero aspetto del viso cambierà in meglio, mostrando tutta la sua naturale e nuova bellezza. Cambiare le proprie palpebre è consentito sia a uomini e donne e solitamente la fascia di età che interessa questa tipologia di intervento è tra i 30 e i 60 anni.

 

 

TIPOLOGIE DI BLEFAROPLASTICA

La blefaroplastica è la soluzione adatta per combattere i segni dell’invecchiamento cutaneo oculare e si distingue in superiore e inferiore a seconda delle palpebre su cui operare.

 

 

Blefaroplastica superiore:

Nel caso della blefaroplastica superiore, l’intervento è svolto per eliminare la pelle cadente che appesantisce lo sguardo, facendolo apparire sempre stanco. Si rimuove il grasso e la cute in eccesso tramite una piccola incisione, senza che si presentino segni visibili al termine dell’operazione.

 

 

Blefaroplastica inferiore:

La blefaroplastica inferiore è invece la soluzione perfetta per rimuovere borse e occhiaie. Anche in questo caso, l’operazione prevede un’ incisione in prossimità della piega palpebrale per la rimozione della pelle in eccesso.

 

 

COME SI SVOLGE L’OPERAZIONE

In anestesia locale e non necessariamente con ricovero ordinario, la blefaroplastica dura circa un’ora e può essere svolta simultaneamente ad un lifting viso. Inoltre la durata dell’intervento può prolungarsi qualora si procedesse alla correzione estetica sia delle palpebre inferiori che superiori. Con delle accurate incisioni praticate, con bisturi o laser, entro la piega naturale degli occhi, si procede alla riduzione della cute o del grasso in eccesso con conseguente successiva applicazione di punti di sutura. Una volta terminata la blefaroplastica, se in seduta day-hospital, il paziente può tornare a casa, ma dovrà condurre, almeno i primi giorni post-operatori, uno stile di vita non troppo movimentato, evitando inoltre l’esposizione al sole.

 

 

IL LASER IN ALTERNATIVA AL BISTURI

La blefaroplastica può essere svolta ricorrendo all’utilizzo del bisturi o del laser. Quest’ultimo è un’ottima alternativa alle classiche tecniche di intervento, in quanto non solo riduce i margini di errore chirurgico, ma facilita l’intero processo di operazione medica, diminuendo il sanguinamento e le possibilità di infezioni. Inoltre con la chirurgia laser, gli esiti cicatriziali sono ottimali.

 

 

FASE POST-OPERATORIA

Nel corso della fase di recupero di un intervento di blefaroplastica, è importante non sforzare gli occhi, quindi utilizzare le lenti a contatto è prettamente sconsigliato i primi tempi. Utilizzare un collirio può aiutare a ridurre i rischi di infezioni e favorire un buona guarigione. Inoltre per evitare che le cicatrici possano rendersi visibili, è importante evitare l’esposizione al sole e l’utilizzo di creme non direttamente prescritte dal chirurgo estetico.

 

 

RISCHI DELL’INTERVENTO DI BLEFAROPLASTICA

I rischi della blefaroplastica potrebbero presentarsi solo in caso di errori durante l’operazione chirurgica. È quindi importante rivolgersi ad un chirurgo con buona professionalità.

 

 

COSTI

Il costo di un’operazione di blefaroplastica è calcolato in seduta pre-operatoria e ha una variazione dipendente dalla zona occhi da trattare e da eventuali interventi simultanei.

 

 

Presso il centro Skin Laser Clinic di chirurgia estetica e laser terapia di Pescara San Benedetto del Tronto, per l'intervento di Blefaroplastica vengono utilizzati categoricamente solo prodotti certificati che garantiscono ai pazienti la massima sicurezza ed affidabilità.