La chirurgia estetica ha trovato il modo di poter rimediare a qualsiasi tipologia di strutture antiestetiche del corpo. Ci sono interventi riservati al trattamento del viso e parti connesse, delle gambe e delle cosce, del seno e persino delle braccia. A questi, per completare, va aggiunto un’ altra interessante e risolutiva operazione chirurgica: l’addominoplastica. Si tratta della chirurgia dell’addome, un intervento quindi che risolve problematiche estetiche che possono colpire questa zona a seguito di eventi naturali come la gravidanza o invecchiamento cutaneo o anche per una perdita sostanziale di peso. L’intervento dà l’opportunità di ritrovare una perfetta forma fisica, ottenendo un addome piatto e privo di imperfezioni come le fastidiose lassità cutanee.

 

 

CHI PUO’ SOTTOPORSI ALLA ADDOMINOPLASTICA

Questo straordinario intervento chirurgico, che offre la possibilità di ottenere un addome sodo e piatto, è sia per donne che per uomini che possono presentare con particolari disposizioni fisiche:

 

  •   ridotta elasticità cutanea ed eccessiva adiposità addominale
  •   insufficiente tonicità a seguito di una gravidanza
  •   lassità cutanea dovuta a drastica perdita di peso.

 

 

L’addominoplastica non è consigliata invece a soggetti con seri problemi cardiaci o malattie di grave entità.

 

 

VANTAGGI DELL’INTERVENTO

L’addominoplastica può essere svolta in simultanea con altri interventi chirurgici, tra cui la liposuzione o il lifting delle cosce. Inoltre non c’è un limite di età per sottoporsi all’operazione, ma è consigliato rimandare a tempo debito l’addominoplastica qualora in un futuro si programmasse una gravidanza. Le cicatrici post-intervento non si presentano esageratamente visibili e in estate saranno coperte facilmente dal costume.

 

 

COME SI SVOLGE L’INTERVENTO

Per l’intervento di addominoplastica l’anestesia solitamente prevista è l’epidurale che seda la parte del corpo dalla vita in giù con una iniezione praticata nella schiena. Una volta anestetizzato l’addome si procede praticando delle incisioni in prossimità del ventre dalle quali sarà possibile asportare il tessuto adiposo e cutaneo in eccesso. Si applicano poi i punti di sutura che lasceranno una cicatrice poco visibile e facilmente coperta da uno slip.Terminata la chirurgia addominale si utilizzano due drenaggi finalizzati al defluire di possibili raccolte sierose e che sono poi rimossi solitamente entro un giorno. L’intervento può durare anche 2 o 3 ore a seconda del tessuto previsto per l’ asportazione. Il risultato finale dell’intervento può variare da soggetto a soggetto a seconda della tipologia di pelle e dalle altre predisposizioni fisiche.

 

 

LA FASE POST-OPERATORIA

Per ridurre il gonfiore post-operatorio si utilizza una fascia elastica compressiva e sotto prescrizione medica si assumono dei medicinali. Per la prima settimana è indicato non muoversi troppo e restare a letto e non fumare per ridurre i rischi di infezioni e prolungare così i tempi di guarigione. Per il recupero delle attività sportive, si consiglia di attendere almeno un mese.

 

 

RISCHI DELL’ADDOMINOPLASTICA

Le possibili complicanze dell’addominoplastica sono sanguinamento o perdita di sensibilità nella zona dell’addome, ma si tratta di casi poco frequenti. Infatti se svolto secondo i giusti parametri chirurgici e da un buon medico i rischi di questo intervento possono ridursi a 0.

 

 

COSTO

Durante la visita di controllo con il medico, il paziente verrà informato dei costi che dovrà sostenere per sottoporsi all’addominoplastica.

 

 

Presso il centro Skin Laser Clinic di chirurgia plastica estetica di Pescara San Benedetto del Tronto, per l'intervento di Addominoplastica vengono utilizzati categoricamente solo prodotti certificati che garantiscono ai pazienti la massima sicurezza ed affidabilità.